Credo che una delle ragioni principali del successo della Tv dipenda dal fatto che permetta di fuggire da sè stessi. Guardare la televisione è per alcuni aspetti un fenomeno regressivo. Si è in una condizione passiva simile a quella di un neonato: non ci si aspetta da noi una risposta nè ci si richiede un grande sforzo di immaginazione. Se la regressione, che non porta approfondimento interiore nè progresso, è una forma di evasione dalla realtà, lo è altrettanto l’essere così assorbiti dalle immagini o dalle storie dello schermo da perdere il contatto con i bisogni e le responsabilità della propria vita. Il mondo irreale dello schermo sostituisce per un certo tempo quello dei sentimenti e dei rapporti personali.

 


Articolo pubblicato il mercoledì, marzo 2nd, 2011 alle 12:33 am.
Categoria: blog.

No Comments, Comment or Ping

Reply to “Alexander Lowen sulla televisione”