L’Era di Sinatra di David Ohle (2004) Più che di un romanzo molto strano, L’Era di Sinatra si presenta come un semplice romanzo. Un romanzo che mantiene la struttura narrativa classica, ma che le fa assurgere al ruolo di ragnatela per tutti gli insetti della realtà di Ohle. E così fra Fetidi, neutrodini e americani, il ragno-lettore sguazza senza sosta, suggendo pezzo dopo pezzo, ininterrottamente, in un vortice di sangue, umori e succhi gastrici.

L’Era di Sinatra è uno schizzo maturo fuoriuscito dal vomito kafkiano che si è trovato a contatto con lo sperma di William S. Burrough mentre si sbatte inesorabile fra le gabbie Orwelliane. Un prodotto di scarto che, come il follicolo verde neutrodinico, si appresta ad essere addentato voracemente nel corso della lettura.

Affascinante e disturbante come un conato.

Voto: 6,4


Articolo pubblicato il martedì, giugno 19th, 2007 alle 12:00 am.
Categoria: Letteratura.

No Comments, Comment or Ping

Reply to “L’Era di Sinatra di David Ohle (2004)”