Aspettare un lavoro qualitativamente valido dalla voce ed anima delle Destiny’s Child era più che lecito. D’altronde batteva forte la sensazione che le altre due comprimarie erano nient’altro che carta da parati, sicché ci si aspettava una prova più che dignitosa da suo primo lavoro solista. Cosa che non è avvenuta.Beyoncé è una cantante dotata di una voce intensa e particolarmente ricca che sposa tutta la sua produzione artistica con un’immagine accattivante e provocante. Purtroppo molto spesso le sue doti vengono soffocate in produzioni poco più che commerciali o, come in questo caso, semplicemente scadenti.

La sensazione di un cd di inutili riempitivi è sicuramente forte, il brano di apertura “Crazy In Love” (realizzato con la partecipazione di Jay-Z) è una delle poche note di rilievo di questo lavoro, per il resto una serie incontrastate di stupide tonalità r&b senza proposito altro che riempire il tempo per far comprare il cd.

Un album con velleità di dire qualcosa, d’altronde non si spiega in altro modo l’inserimento di 16 (dico 16 pezzi, interludi inclusi) solo per accompagnare il brano sopraccitato, “Work It Out” e “Bonnie And Clyde ”03” (ancora con Jay-Z), unici brani degni di essere menzionati.

Magari vende, risultato non trascurabile in questi anni di “crisi”, ma suonare è un’altra cosa…

Velina!

Valore: 2.0


Articolo pubblicato il martedì, novembre 8th, 2005 alle 4:23 pm.
Categoria: 2000', Musica, Recensioni.

No Comments, Comment or Ping

Reply to “BEYONCE’ – Dangerously In Love – (2003)”