Alibis Tracklist: 01. Defenseless 02. In Theory Only 03. Alone 04. Newest Candy 05. Clockhands 06. Baggage Claim 07. Carved In Stone 08. Cirrus 09. Quick Reaction 10. Lamppost 11. Laconic 12. Street Sweeper

I Jack Potential sono la versione meno melodrammatica dei Tool.

Ma se già agli ultimi è concesso poco in termini di ascolto, questi non sembrano che ne meritino di più.

Il canovaccio è sempre lo stesso: si parte da una melodia più o meno accennata che procede su un pesante andazzo di chitarra e batteria, la voce scende in campo stagliandosi in uno spazio vuoto e, lasciandosi sorreggere da qualche acuto (magari aiutato dalle voci di sottofondo), si avvicenda alla batteria che dà forza e ritmo alla composizione e troneggia nel magma musicale.Il problema fondamentale è che questa formuletta si ripresenta, con cadenza svizzera, pressoché immutata e costante di tutti i brani e a lungo andare si avverte la necessità di una via di fuga: anche negli episodi più significativi come “Newest Candy“, brano arricchito dall’opera encomiabile del basso sensibile di Mike Harbin (Burning Airlines), si lascia che tutto venga sommerso da liquame rumoroso e musicofago, elefantiaco ed informe.

Tutto quello che i Jack Potential suonano è già stato eseguito migliaia di volte da gruppi fotocopia e la loro non è per nulla una variante considerabile. séguito ne troveranno, così come tutti i gruppi che si servono dei muscoli per fare musica, perché questo tipo di suono è costruito ad arte per evocare nell’ascoltatore (quasi sempre un post-adolescente carico come una molla) il senso di libero flusso di scarica emozionale. In questo modo, all’accenno di “Baggage Claim“, mentre il giovane virgulto comincerà a dondolare nervosamente la testa in avanti meglio di Flat Eric, gli altri divaricheranno le mascelle e si faranno scappare un sonoro sbadiglio.In realtà qualche buono spunto esiste, ma si avverte sensibile la volontà di eseguire un solo tipo di musica: o meglio di eseguire un genere di musica, più che manifestare sensazioni. E la musica costruita sotto uno stereotipo non ha ragione di esistere a lungo andare, ma trova giustificazione solo nel daytrading discografico.

Svendita!

Voto: 3


Articolo pubblicato il venerdì, aprile 14th, 2006 alle 3:20 pm.
Categoria: 2000'.

No Comments, Comment or Ping

Reply to “JACK POTENTIAL – Alibis – (2000)”