They Threw Us All In A Trench And Stuck A Monument On Top Tracklist: 01. Grown Men Don’t Fall in the River, Just Like That 02. Mr. Your on Fire Mr. 03. Loose Nuts on the Velandrome 04. Garden Was Crowded and Outside 05. Tumbling Walls Buried Me in the Debris With Esg 06. Nothing Is Ever Lost or Can Be Lost My Science Friend 07. We Live NE of Compton 08. Why Midnight Walked But Didn’t Ring Her Bell 09. This Dust Makes That Mud

They Threw Us All In A Trench And Stuck A Monument On Top è l’album di debutto di una band che interpreta con poca originalità ed uno stile amorfo gli spasmi e la violenza del post-punk in chiave lo-fi.

Girando attorno al basso principe di Pat Nature, i Liars procedono all’esecuzione maleducata di Sonic Youth, Pop Group, Birthday Party e Gang Of Four (solo per citare i principali appoggi) riproponendo il tutto in un’atmosfera atemporale e ferma esattamente all’inizio degli anni ottanta. Il gruppo neyorkese, benchè ispirato da tali maestri, non riesce mai a staccarsi dal cordone ombelicale che lo unisce dalla nascita ad una madre illuminata e finisce con l’eseguire una bella serie di esempi decisamente esplicativi delle volontà dei padri, ma scarsamente originali e limitati nell’ascolto.

They Threw Us All In A Trench And Stuck A Monument On Top finisce con l’essere un buon disco ma in decisivo ritardo con i tempi e con le possibilità attuali, e se si escludono le ottime prove narco-epilettiche di “Nothing Is Ever Lost Or Can Be Lost My Science Friend” che si concludono con l’ingresso nelle nevrosi quotidiane (e che è una rivisitazione alternativa di “Real World” dei Pere Ubu, fra l’altro) e la lunga discesa verso gli inferi di “This Dust Makes That Mud“, questo disco morirebbe così com’è nato. Certo che partire con un bagaglio culturale di tale portata e finire con la rappresentazione sbiadita di tale realtà, sa tanto di fregatura (nonché di tempo perso)…

Svilimento!

Voto: 5/10


Articolo pubblicato il lunedì, luglio 2nd, 2001 alle 5:18 pm.
Categoria: 2000'.

No Comments, Comment or Ping

Reply to “LIARS – They Threw Us All In A Trench And Stuck A Monument On Top – (2001)”