La Cura del Tempo Tracklist: 01. E’ Non è 02. Negozio Di Antiquariato 03. Mimosa 04. Offeso 05. Nel Centro 06. Ora E Qui 07. Senza Prudenza 08. Lentamente 09. Essere Speciale 10. Quello Che Volevo 11. Risveglio

Se la media dei lavori italiani è alzata da questo disco, la situazione del Belpaese è quanto meno drammatica.

Il buon Niccolò, di per sé, non è nemmeno malvagio, lungi da essere un cantautore di valore, riesce saltuariamente ad alzarsi dal grosso polverone inerme che ha precedentemente contribuito a creare e riesce a sfuggire alla sua stessa opera, anche se mai con agilità.

Il problema fondamentale di questo La Cura Del Tempo è che è un lavoro composto ad arte per suscitare una risposta da quella critica (tipicamente italiana) che, per non saper né leggere né scrivere, lodano un lavoro appena sa di lontanamente muffoso. E quest’album lo è.

Nonostante dei momenti non proprio negativi (“E’ Non E’“, “Offeso“), questo è un tipico disco da cantina, un album concepito per un target di ascoltatori anziani (non necessariamente in senso anagrafico) che non vuole essere stupito più di tanto, ma crogiolarsi sul tempo che fu e su un’esistenza che ricalca tali momenti passati.

Il concentrarsi sulla cristallizzazione del tempo passato, è il punto di forza del disco, la sua ragione di esistere, il motivo stesso del suo essere, ma quando ci si ferma a pensare che una serie di stereotipi (il negozio di antiquariato, la mimosa, il mercato dell’usato, gli occhiali) sono solo dei facili artifici di natura sbrigativa e poco ispirata, ecco che la pochezza dell’album viene fuori in tutto il suo splendore.

Ma d’altronde i nostri nonni non masterizzano cd, per cui per vendere in casa Italia probabilmente si deve cambiare target…

Umano!

Voto: 3


Articolo pubblicato il venerdì, aprile 14th, 2006 alle 12:39 pm.
Categoria: 2000'.

No Comments, Comment or Ping

Reply to “NICCOLO’ FABI – La Cura Del Tempo – (2003)”