Silence Is Easy Tracklist: 01. Music Was Saved 02. Fidelity 03. Some Of Us 04. Silence Is Easy 05. Telling Them 06. Shark Food 07. Bring My Love 08. White Dove 09. Four To The Floor 10. Born Again 11. Restless Heart

Silence Is Easy è un album che ci mette molto a salire ed anche quando lo fa non ha un’impennata decisiva.

Lasciati i movimenti notturni che avevano caratterizzato l’esordio in Love Is Here, il gruppo inglese adesso si concentra anche sulla produzione di motivi, possibilmente accattivanti.Nascono così canzoni che altro non sono che pop come “Music Was Saved” o “Silence Is Easy“, mentre poche sono le parentesi di chi davvero vuole fare provare una sorta di viaggio mentale all’ascoltatore (“Fidelity“? Difficile e completamente decontestualizzata). In compenso qualche bella ballata come “Some Of Us“, “Telling Them” o “White Dove” riescono a riportare a galla la barca che spesso e volentieri è minacciata dai venti.Quest’album va capito, è pieno di spigoli e di pezzi sbagliati, meno atmosferico del precedente, ma il richiamo è continuo.

Gli Starsailor sono, volenti o nolenti, il gruppo che due anni prima era riuscito a commuovere ed allietare con un disco fatto di dolci e struggenti ballate. Il loro cammino parte da quel punto e da quelle premesse.Ci sono gruppi che dovrebbero fermarsi dopo il primo disco, altri che dovrebbero farlo dopo una canzone, altri ancora che si cristallizzano in cover band di loro stessi, altri che tentano di rinnovarsi per non bruciarsi, probabilmente gli Starsailor appartengono a quest’ultimo filone.

La speranza è che questo sia solo un album di transizione.

Passaggio!

Voto: 4,5/10


Articolo pubblicato il lunedì, giugno 23rd, 2003 alle 8:42 pm.
Categoria: 2000'.

No Comments, Comment or Ping

Reply to “STARSAILOR – Silence Is Easy – (2003)”