A Hard Day´s Night è il primo disco composto quasi interamente dalla premiata ditta Lennon-McCartney e si contraddistingue per un approccio sonoro diverso dai precedenti lavori: oggetto di cover non sono più altri gruppi, ma gli stessi “fab-4”.

Si passa attraverso la purga umorale della title-track, per proseguire attraverso alle manifestazione di banalità più acerbe di “I Should Have Known Better“, “If I Fell“, “And I Love Her“. Quello che i The Beatles fanno con abilità imbarazzante è riuscire con poche e semplici mosse ad assemblare ed amalgamare un suono di spessore infimo studiato appositamente per ragazzine trasognanti nella propria stanzetta con il disco sul piatto e la copertina sul petto.

Per potere apprezzare un pezzo non così indissolubilmente piatto e banale si deve attendere l’ottava traccia con “Any Time At All“, ma è solo una flebile lucina in una stanza dove il genio musicale ha deciso di andare a fare la spesa e ci ha lasciati in mano ad un baby-sitter ignorante ma con i modi gentili.

I The Beatles vogliono solo avere un posto su uno scaffale insieme al cibo per cani e alla birra a basso prezzo, per essere consumati velocemente per poi essere gettati via fino alla prossima ed imminente razione. Il loro è un canto rassicurante di chi si accontenta di poco e non vuole che stimoli nuovi ed innovativi assillino la propria coscienza.

Per tutti gli altri è solo una lenta ed inesorabile collezione di noiose banalità.

Infantile!

Voto: 0.4


Articolo pubblicato il venerdì, agosto 12th, 2005 alle 10:54 am.
Categoria: '60.

No Comments, Comment or Ping

Reply to “THE BEATLES – A Hard Day´s Night – (1964)”