Verdena Tracklist: 01. Ovunque 02. Valvonauta 03. Pixel 04. L’infinita gioia di H.B 05. Vera 06. Dentro Sharon 07. Caramell pop 08. Viba 09. Ultranoia 10. Zoe 11. Bambina in nero 12. Eyeliner

L’album di debutto dei Verdena è un collage di sonorità sconnesse.

Chitarra e batteria vivono una vita ben più importante rispetto al basso nervoso e alla voce tremendamente disgiunta e fuori contesto di Alberto Ferrari, probabilmente più adatta a cantare vecchie canzoni d’amore alla “Festival di Sanremo” piuttosto che le infuocate ballate che la sua chitarra pure sa comporre. La voce è talmente insignificante che trova gratificazione solo nei momenti di spasmo punk, nei quali può vibrare un urlo che cancella completamente ogni motivo di essere della stessa, eliminando anche l’imbarazzante contrasto iniziale.

Alberto Ferrari è un bambino sbarazzino che gioca a fare l’arrabbiato ed il senso di fondo che ne consegue è quello di una ridicola macchietta che non fa tanto ridere. Per il resto la musica possiede grossi momenti di brio, con la chitarra ottimamente intenta a partecipare a graduali scalate verso l’alto e la batteria che la segue a ruota, talvolta aiutati da un suono pacificatore da tastiera.

Una delle forze fondamentali della musica rock è l’eterogeneità dei suoi elementi e la capacità innovatrice di assemblare componenti diverse, ma alle volte questo minestrone non ha un buon sapore e finisce nel produrre anche un cattivo suono.

Ingenerosi!

Voto: 4/10‘, ‘


Articolo pubblicato il mercoledì, giugno 23rd, 1999 alle 8:57 pm.
Categoria: '90.

No Comments, Comment or Ping

Reply to “VERDENA – Verdena – (1999)”