REGOLA 1 – IL TERRENO DI GIUOCO

Dimensioni

Il terreno di giuoco deve essere rettangolare. La lunghezza delle linee laterali deve essere, in ogni caso, superiore alla lunghezza delle linee di porta.

· Lunghezza: minimo 90m – massimo 120m

· Larghezza: minimo 45m – massimo 90m

Gare internazionali

· Lunghezza: minimo 100m – massimo 110m

· Larghezza: minimo 64m – massimo 75m

Segnatura del terreno

Il terreno di giuoco deve essere segnato con linee che fanno parte integrante delle superfici che esse delimitano.

I lati più lunghi del terreno sono denominati “linee laterali”; quelli più corti “linee di porta”.

Tutte le linee devono essere chiaramente visibili ed avere una larghezza massima di cm. 12. Il terreno di giuoco è diviso in due metà dalla “linea mediana”.

Il centro del terreno di giuoco è segnato nel mezzo della linea mediana con un punto del diametro di cm. 22. Attorno a questo punto e’ tracciata una circonferenza di m. 9,15 di raggio.

L’area di porta

A ciascuna estremità del terreno è delimitata “un’area di porta” rispondente ai seguenti requisiti:

· due linee sono tracciate perpendicolarmente alla linea di porta, a m. 5,50 dall’interno di ciascun palo;

· queste due linee hanno una lunghezza di m. 5,50 verso l’interno del terreno di giuoco e sono congiunte da una linea tracciata parallelamente alla linea di porta;

· la superficie delimitata da queste linee e dalla linea di porta è denominata area di porta.

L’area di rigore

A ciascuna estremità del terreno è delimitata “un’area di rigore” rispondente ai seguenti requisiti:

· due linee sono tracciate perpendicolarmente alla linea di porta, a m. 16,50 dall’interno di ciascun palo;

· queste due linee hanno una lunghezza di m. 5,50 verso l’interno del terreno di giuoco e sono congiunte da una linea tracciata parallelamente alla linea di porta;

· la superficie delimitata da queste linee e dalla linea di porta è denominata area di rigore;

· all’interno di ciascuna area di rigore e’ segnato il punto del calcio di rigore a m. 11 dalla linea di porta ed equidistante dai pali;

· con centro in tale punto, del diametro di cm. 22, deve essere tracciato un arco di circonferenza all’esterno dell’area di rigore di m. 9,15 di raggio.

Le bandierine

A ciascun angolo del terreno deve essere infissa un’asta non appuntita in alto con bandierina, avente altezza non inferiore a m. 1,50 dal suolo.

Bandierine simili possono ugualmente essere infisse a ciascuna estremità della linea mediana ad almeno m. 1 dalla linea laterale, all’esterno del terreno di giuoco.

L’area d’angolo

Da ciascuna bandierina d’angolo è tracciato un arco di cerchio di m. 1 di raggio all’interno del terreno di giuoco.

Le porte

Le porte sono collocate al centro di ciascuna linea di porta. Consistono di due pali verticali infissi ad uguale distanza dalle bandierine d’angolo e congiunti alla sommità da una sbarra trasversale.

La distanza che separa i due pali è di m. 7,32 ed il bordo inferiore della sbarra trasversale è situato a m. 2,44 dal suolo. I due pali devono avere identica larghezza e spessore, non superiori a cm. 12. La linea di porta deve avere la stessa larghezza dei pali e della sbarra trasversale.

Delle reti sono fissate ai pali, alla sbarra trasversale ed al suolo dietro le porte a condizione che siano adeguatamente sostenute in modo da non disturbare il portiere. I pali delle porte e la sbarra trasversale devono essere di colore bianco.

Sicurezza

Le porte devono essere fissate al suolo in modo sicuro. Le porte mobili non possono essere utilizzate se non rispondono a tali esigenze.

Superficie del terreno di giuoco (modifica del 2004)

Le gare possono essere giocate su superfici naturali od artificiali, secondo quanto prevede il Regolamento della competizione.

DECISIONI I.F.A.B.

Decisione n°1

Se la sbarra trasversale viene spostata o si rompe, il giuoco deve essere sospeso fino a quando la stessa non sarà riparata e rimessa nella sua posizione. Se la riparazione dovesse essere impossibile, la gara dovrà essere sospesa definitivamente.

L’impiego di una corda per rimpiazzare la sbarra trasversale non è consentito. Se la sbarra trasversale é riparabile, la gara riprenderà con una rimessa da parte dell’arbitro nel punto in cui si trovava il pallone nel momento dell’interruzione del giuoco

fatte salve le disposizioni particolari della Regola 8.

Decisione n°2

I pali delle porte e le sbarre trasversali devono essere in legno, in metallo o in altro materiale approvato. La loro forma può essere quadrata, rettangolare, circolare o ellittica. In ogni caso non devono costituire alcun pericolo per i calciatori.

Decisione n°3

Ogni forma di pubblicità commerciale, reale o virtuale, è vietata sul terreno di giuoco e sulle attrezzature del terreno (ivi comprese le reti delle porte e le superfici che esse delimitano al suolo), e ciò dal momento in cui le squadre entrano sul terreno fino a quando lo lasciano per l’intervallo e dal loro ritorno sul terreno fino al termine della gara.

In particolare è vietato porre qualsiasi insegna pubblicitaria sulle porte, sulle reti, sulle bandierine e sulle rispettive aste.

Attrezzature o strumenti che non abbiano alcuna pertinenza con il calcio (telecamere, microfoni, ecc.) non potranno essere collocati su dette strutture.

Decisione n°4

Qualsiasi forma di pubblicità è vietata sulla superficie dell’area tecnica o sul suolo entro un metro dalla linea laterale, all’esterno del terreno di giuoco. Inoltre nessuna forma di pubblicità è consentita sulla superficie compresa tra la linea di porta e la rete della porta.

Decisione n°5

La riproduzione reale o virtuale di loghi o emblemi della FIFA, delle Confederazioni, delle Federazioni, delle Leghe, delle Società o di altre associazioni e’ vietata sul terreno di giuoco e sulle attrezzature del terreno stesso (ivi comprese le reti delle porte e le superfici che esse delimitano al suolo) durante tutta la durata del giuoco, così come descritto alla decisione n°3.

Decisione n°6

E’ possibile tracciare un segmento di linea al di fuori del terreno di giuoco a m. 9,15 dall’arco dell’area d’angolo, perpendicolarmente alla linea di porta, per evidenziare la distanza, che gli avversari devono osservare nell’esecuzione di un calcio d’angolo.

Decisione n°7 (modifica del 2004)

Laddove vengano impiegati manti artificiali, sia in gare tra rappresentative di Federazioni associate alla FIFA, sia in competizioni internazionali fra club, la superficie del terreno di giuoco deve rispondere ai requisiti richiesti dal “FIFA Quality

Concept for Artificial Turf” (Concetto di qualità FIFA per i manti erbosi artificiali) o dal “International Artificial Turf Standard”

(Standard internazionale per manti erbosi artificiali).

Decisione n°8 (modifica del 2004)

Laddove esistano aree tecniche, queste devono rispondere ai requisiti fissati dall’IFAB, che sono contenuti in questa pubblicazione.